fbpx

#CinemaDaCasa: le facciate dei palazzi si trasformano in maxi schermi

La creatività trova vie ingegnose per farsi spazio nella vita di tutti i giorni, ancor di più durante questo delicato periodo di quarantena. Ognuno cerca di esorcizzare la paura come può, chi cantando affacciato al balcone, chi esibendosi in siparietti simpatici dentro le mura di casa per poi condividerli sui social, chi rifugiandosi nella musica o nell’arte.

Insomma, ogni persona cerca di non lasciarsi sopraffare dallo sconforto ancorandosi alle piccole grandi abitudini quotidiane e adattandole a questa temporanea condizione di isolamento. Anche il mondo della cultura non è da meno.

È il caso di #CinemaDaCasa, un’iniziativa bellissima messa in atto dalla Festa del Cinema di Roma, più precisamente dalla sezione “Alice nella città” che ha deciso di usare le facciate dei palazzi della Capitale (e di altre città) come maxi schermi su cui proiettare una serie di film cult della cinematografia mondiale: tra le pellicole Pulp Fiction, Forrest Gump, Mary Poppins, Tempi Moderni e Mine Vaganti, ma si può vedere tutto quello che si vuole.

Come funziona l’iniziativa?

Ti basta spalancare le finestre alle ore 22 e lasciare che i muri dei palazzi raccontino storie senza tempo, quelle dei film che ci hanno emozionato e continuano a farlo. Al Tg3 Lazio Fabia Bettini, direttrice di “Alice nella città” ha illustrato così il progetto:

Abbiamo invitato tutti ad aprire le finestre e a proiettare con un videoproiettore e, se non lo hanno, a mandarci i propri film e noi li proietteremo per loro.

Tutto quello che occorre, dunque, è un videoproiettore per proiettare sulle facciate dei palazzi le sequenze senza audio del film prescelto. Se non hai un videoproiettore puoi contattare “Alice nella città” sui canali social, lasciando che si occupi della proiezione della pellicola. Le immagini delle finestre affacciate su un maxi schermo a cielo aperto possono essere condivise sui profili social usando l’hashtag dedicato. All’iniziativa hanno aderito molte città: oltre a Roma, Firenze, Bari e Bologna, ma anche numerose città estere.

“Il cinema ci unisce tutti”

La bellezza ha sempre un potere salvifico. Può essere trovata dappertutto, anche tra le pagine di un libro o i fotogrammi di un film. Condividerla con altre persone, poi, rende l’esperienza più magica, soprattutto in questo particolare momento storico.

Leggi anche: L’UNESCO apre le porte virtuali della sua immensa biblioteca mondiale

Può spazzare via il buio per un attimo, almeno per la durata di una pellicola; d’altronde il grido “Illuminiano le nostre città” con cui “Alice nella città” ha lanciato l’idea parla chiaro. È questo il senso dell’iniziativa #CinemaDaCasa: un enorme cinema all’aperto sui generis per cui non serve pagare il biglietto e fare lunghe file alla cassa.

L’arte e la cultura bussano alla porta (o meglio, alla finestra), diventando, così, non solo una forma di evasione, ma anche uno strumento per abbattere la solitudine (e, perché no, la noia di alcune giornate che sembrano non passare mai). Non ci resta che augurarti buona visione!


Lascia un commento

Prendi parte anche tu alla nostra
Community

Raccontaci la tua esperienza e tieni aggiornati i tuoi amici