fbpx

Dylan Dog, le storie più importanti da recuperare

Dylan Dog, indagatore dell’incubo per eccellenza, è uno dei personaggi letterari più famosi del panorama italiano. Ritrovatosi sugli scaffali delle edicole nel 26 settembre 1986, il personaggio è stato protagonista di una grandissima quantità di storie firmate da autori di ogni tipo e lignaggio. La serie regolare ha ampiamente superato i 400 albi, a cui bisogna aggiungere i vari speciali che vi si sono accompagnati nel corso del tempo. Ecco alcune delle storie più iconiche che hanno visto coinvolto il detective Dylan Dog e il suo compagno Groucho, assolutamente must read per il periodo di lockdown.

Alfa e Omega

Realizzato dal maestro Tiziano Sclavi, è uno dei racconti più interessanti mai realizzati. Un UFO precipita nella campagna britannica e gli unici spettatori dell’evento sono due giovani, Amy e Daniel. La ragazza si avvicina, ritrovandosi sedotta dall’essere che vi esce, con cui farà sesso. Il ragazzo scappa, ma sarà prontamente raggiunto da una bestia non identificata ed eliminato. A distanza di pochi giorni, Amy contatta Dylan Dog per ritrovare il fidanzato di cui non si anno più tracce. Misteri, mostruosità e morti violente si annidano dietro degli eventi così particolari, e come al solito tanto si gioca su di un connubio particolare, la dualità tra la mostruosità esteriore e quella interiore, a dispetto del genere umano o meno.

Memorie dall’Invisibile

La storia dell’uomo invisibile è ormai un classico, ma nella rivisitazione di Tiziano Sclavi non è un siero a rendere etereo l’antagonista del volume, bensì l’indifferenza di chi lo circonda e il fatto di essere, essere considerato e considerarsi una nullità, come in un surreale Zelig cartaceo. Sono le definizioni, le battute che aprono il volume, a delinearne la personalità, con un’ironia unica nel suo genere: “Da bambino mia madre mi scambiava per mio fratello anche se ero figlio unico”; “Quando mi guardavo allo specchio, neanch’io mi riconoscevo, e se parlavo tra me e me mi davo del voi”. E a lui si accompagna un altro uomo invisibile, il vero antagonista, uno dei tanti eterei che si muovono per la città, a cui Dylan dovrà dare un freno.

Il Signore del Silenzio

Questo racconto è quello con cui Peppe Ferrandino da il suo addio a Dylan Dog. Secoli fa re Salomone si rivolse al saggio Uskebasi per avere risposta alle grandi domande dell’esistenza, e le sue risposte sono dettate su un volume che porta al suicidio tutti coloro che lo leggono. Di quel che vi è lassù scritto resta solo il mistero del silenzio. Si può dire che Il signore del silenzio, più che una storia di Dylan Dog, è la storia di Larry Shelter, co-protagonista che qui conclude il suo arco narrativo. Una storia che ne smonta le certezze da soldato ridefinendone l’esistenza. Un uomo che ha sempre vissuto seguendo una semplice filosofia, uccidere o essere uccisi, ma che qui si troverà costretto a rimescolare le carte in tavola.


Lascia un commento

Prendi parte anche tu alla nostra
Community

Raccontaci la tua esperienza e tieni aggiornati i tuoi amici

herrwett.de