fbpx

Campionato di calcio, il rush finale verso lo scudetto

Il campionato di calcio entra nel vivo e da anni il suo risultato non era stato così in bilico fino a questa giornata. A poche partite dal termine del torneo un risultato incredibilmente sospeso vede come protagoniste più squadre letteralmente resettate post lockdown, il che rende la ripresa della Serie A Tim uno dei periodi più appassionanti per seguire il calcio da casa.

Il gruppo di testa

In zona Champions la tensione è altissima e solo nelle ultime giornate il quadro che si sta delineando porta a un disegno leggermente più chiaro. Risultati altalenanti e il gran numero di partite in poco tempo, gli stadi vuoti per via dell’emergenza Coronavirus e il gioco viziato da episodi del tutto particolari capaci di cambiare le sorti di un match hanno portato alle stelle il valore di ogni punto guadagnato. Per i giornali, un pareggio o una sconfitta equivalgono a sancire il fallimento o il successo di una stagione, di settimana in settimana. La compagine bianconera della Juventus, trascinata al momento dai 30 gol di Cristiano Ronaldo, vede la linea del traguardo con un sonoro +8 rispetto alla prima delle inseguitrici, al momento l’Inter di Antonio Conte. Questa paga l’handicap delle sconfitte in tutti gli scontri diretti con le altre big e l’avere uno scontro in più, quello con la Sampdoria, da recuperare, cosa che la costringe ad avere meno occasioni di riposo rispetto alle dirette rivali. La Lazio di Ciro Immobile, che divide al momento il trono del capocannoniere con il bomber bianconero, ha perso la bussola e lo stato di forma dalla ripresa del campionato: i suoi dirigenti avrebbero fatto carte false per ripartire sin da subito, sentendo già le mani sullo scudetto, ma non hanno tenuto conto del fatto che la palla è rotonda. Inizia forse ad accusare un minimo di stanchezza l’Atalanta, capace di reggere un ritmo di gioco dirompente e sancire uno dei record di punti a livello europeo dall’inizio della seconda parte di questo astruso campionato che entrerà nella storia.

Menzioni d’onore

Menzione d’onore per il Milan, che da quando ha ritrovato il suo equilibrio e i gol del bomber Ibrahimovic procede a un ritmo forsennato. Un saluto speciale invece alla ferrarese Spal, prima delle retrocesse, mentre poco più in alto nella classifica lo scontro è ancora aperto tra Brescia, Udinese, Lecce, Torino e poche altre più in alto.


Lascia un commento

Prendi parte anche tu alla nostra
Community

Raccontaci la tua esperienza e tieni aggiornati i tuoi amici

herrwett.de